Nuovo elenco di attività essenziali: l’elenco finale

sono stati condotti numerosi lavori congiunti per ottenere un risultato eccellente al fine di proteggere la salute di tutti i lavoratori e di tutti i cittadini. Cos CGIL, CISL e UIL in una nota unitaria, dopo aver concluso un confronto rigoroso con il governo che ha portato all’accordo sulle attività di produzione essenziali che rimangono aperte: abbiamo rivisto l’elenco – hanno spiegato – e tutto che non è stato cancellato era essenziale dato il periodo difficile che stiamo attraversando. In tutte queste attività, chi lavora deve essere dotato dei dispositivi essenziali di protezione personale e, in tutti i luoghi di lavoro, deve essere rigorosamente adottato il protocollo di sicurezza concluso in questi giorni a Palazzo Chigi.

Guarda qui: l’elenco finale delle attività essenziali di Ateco che rimangono aperte

E così l’accordo tra governo e sindacati modifiche all’elenco delle attività produttive ritenute essenziali per il Paese e che, quindi, potrebbero rimanere aperte alla fine. Che succede? L’attività di call center, produzione di carta e imballaggi in legno era limitata. Arresto totale alla produzione di articoli in gomma e via libera alla produzione di imballaggi in vetro per alimenti, alle amministrazioni.

Assunse il ministro della Difesa i sindacati hanno continuato a ridurre la produzione nel settore militare, risparmiando solo attività essenziali, aggiungendo che il Ministro dello sviluppo economico è impegnato a soddisfare specifici settori in cui si sono manifestate particolari difficoltà nell’attuazione del protocollo . Il governo si è anche impegnato a monitorare congiuntamente con il sindacato l’attuazione sia di quanto concordato questa mattina sia del protocollo di sicurezza. I sindacati, i sindacati territoriali e le RSU supervisioneranno la loro attuazione a tempo debito.

CGIL, CISL e UIL sono vicini a tutti coloro che, con un grande senso di responsabilità, mettendo anche a rischio la propria salute e la propria vita, garantiscono all’intera comunità il mantenimento in una situazione di emergenza senza precedenti di condizioni il più possibile vita normale. I nostri ringraziamenti vanno a loro ea tutti coloro che lavorano e assicuriamo il nostro impegno a garantire il più possibile la salute e la sicurezza sul lavoro e nella vita di tutti i giorni, tenendo anche conto del recupero e della ricostruzione che ci aspettano. una volta sconfitto Covid. 19, concludono.

source–>https://www.corriere.it/economia/lavoro/20_marzo_25/coronavirus-intesa-governo-sindacati-nuovo-elenco-attivita-produttive-indispensabili-a06fa112-6eaa-11ea-925b-a0c3cdbe1130.shtml

You May Also Like

About the Author: Arzu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *