Coronavirus, dopo 4 giorni, i nuovi positivi tornano ad aumentare. Altri casi a Codogno con la fermata nella zona rossa

ROMA – Ci sono nuovi casi di Covid-19 a Codogno (Lodi) che è stato uno dei primi focolai dell’epidemia di coronavirus. La riapertura dell’ex area protetta in cui è stato scoperto il primo infetto più di un mese fa avrebbe causato nuovi casi di positività a Covid-19. “Abbiamo altri sei punti positivi – spiega Francesco Passerini, sindaco di Codogno e presidente della provincia di Lodi nel Corriere della Sera”, in questi giorni ci siamo fermati a 268 casi. Un segno che i divieti introdotti con la zona rossa avevano funzionato. “Dopo settimane di graduale declino della tendenza, che ha anche raggiunto l’1%, la tendenza è aumentata negli ultimi giorni.

Le nuove infezioni stanno aumentando

Dopo 4 giorni di ritorno, il numero di nuovi positivi per Covid-19 in Italia aumenta di nuovo, ma per fortuna la curva di contagio continua a rallentare. Alle 18 di ieri, c’erano 4.492 in più rispetto al giorno prima, per un totale di oltre 62.000 persone attualmente infette. Numeri stabili anche sul conto del guarito. Il capo della protezione civile Borrelli, che non era presente alla consueta conferenza stampa a causa della febbre, è risultato negativo. Durante questo periodo, il modulo di autocertificazione è cambiato con la modifica delle disposizioni.



cronico

Coronavirus, ecco come cambia il modulo di autocertificazione. Sono previsti numerosi nuovi casi di necessità

Più tamponi, più positivi in ​​Lombardia

L’aumento del numero di coronavirus positivi in ​​Lombardia, la regione più colpita dall’epidemia, “è legato al fatto che sono stati presi più tamponi”, ha detto il consulente per l’istruzione regionale e la dottoressa Melania Rizzoli. Proprio ieri, ha detto, sono stati prelevati 6.050 campioni. “Più positivo – aggiunge anche – questo non significa più malattie a sé stanti e la dimostrazione è che il numero di ricoveri non è aumentato. Tutti ieri abbiamo avuto una forte emozione quando abbiamo visto i dati ma il i numeri devono essere interpretati. aumento del numero di buffer eseguiti che ha aumentato il numero di positivi “.

->
La situazione in Italia: dati e mappe

900 kit diagnostici falsi sequestrati

Sono stati venduti online a cittadini ignari che pensavano di aver trovato la possibilità di testare il virus da soli. Novecento kit falsi per diagnosticare il coronavirus, senza autorizzazione e certificazione da parte delle autorità sanitarie, sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza in un centro di analisi biochimiche a Gioia Tauro, in provincia di Reggio Calabria. Le fiamme gialle riuscirono a intervenire prima che iniziasse la spedizione dell’attrezzatura. Il centro di analisi è stato identificato come parte dei controlli effettuati in tutta Italia per identificare coloro che stanno approfittando dell’emergenza per frodare sia i cittadini che le stesse amministrazioni. I kit scoperti non avevano né la convalida delle autorità sanitarie nazionali né la certificazione CE: alcuni erano già stati pagati dai cittadini tramite bonifico bancario. Vendere a “cittadini che non conoscono e che hanno paura dei dispositivi la cui efficacia non è in alcun modo provata – afferma il GDF – mette seriamente in pericolo la salute e la sicurezza pubblica”, dato che “qualsiasi risposta negativa del test, avrebbe potuto rilasciare “licenze straniere di non contagio ai soggetti” che, al contrario, “avrebbero potuto contribuire alla diffusione del virus”. Una sanzione amministrativa di 21.400 a 128.400 euro al proprietario del laboratorio analisi.

Prelato positivo a Santa Marta, timbro anche per il Papa

Dopo un prelato alla Segreteria di Stato e residente a Santa Marta, dove vive il Papa, si è rivelato positivo a Covid19, sono in corso controlli in tutta la residenza. Ai dipendenti che avrebbero potuto avere contatti con il Monsignore ora ricoverato in ospedale a Gemelli fu ordinato di sottoporsi al tampone. Si dice che lo stesso papa Francesco sia stato tamponato, ma il risultato è ancora sconosciuto.

Scuola: “Esami di maturità con membri interni e presidente esterno”

Il Ministero della Pubblica Istruzione interverrà sulla “valutazione intermedia e finale degli studenti; i metodi per riprendere l’apprendimento; le condizioni di accesso e la struttura degli esami di stato, per i cicli I e II dell’istruzione; ridefinire il calendario scolastico nazionale e i calendari regionali, rispettando le prerogative delle regioni “. L’annuncio è stato fatto ieri dal Ministro Azzolina anticipando l’intenzione di prevedere che “la commissione è composta solo da membri interni, con presidenti esterni”. “Torneremo a scuola quando le condizioni saranno giuste”, ha aggiunto.

Fatture inferiori: elettricità -18,3% e gas -13,5%

Fatture più economiche di elettricità e gas nel secondo trimestre del 2020. L’annuncio è stato fatto da Arera, l’autorità di regolamentazione francese per l’energia, le reti e l’ambiente: le materie prime costano meno e consumano diminuisce anche a causa di Covid-19 Emergency. Ci sarà quindi una riduzione del -18,3% per l’elettricità e del -13,5% per il gas.

Reati in picchiata: -64%. Il crimine online è in aumento

La richiesta di non uscire di casa ha più che dimezzato il numero di crimini commessi in Italia: dal 1 al 22 marzo, 52.596 crimini sono stati commessi dal Ministero degli Interni, mentre nello stesso mese del 2019 , 146.762 o 64% in meno. I crimini online sono aumentati.

Anche in questo momento di emergenza, repubblica è al servizio dei suoi lettori.
Comprendere il mondo che cambia con notizie verificate, sondaggi, dati aggiornati, senza mai nascondere nulla ai cittadini

Carlo Verdelli
ISCRIVITI ALLA REPUBBLICA

# messaggio_iscrizione{colore di sfondo:# f1f1f1;imbottitura:48px 16px;display:blocco;margine:32px 0 16px;bordo superiore:2px solido # f3bb02;bordo inferiore:2px solido # f3bb02;posizione:relativa}# abbonamento-messaggio p{font-family:georgia;stile del carattere:corsivo;Dimensione carattere:24px;altezza della linea:30px;colore:# 3c3c3c;margine inferiore:8px}.subscription-message_author{font-family:side;trasformazione del testo:maiuscolo;Dimensione carattere:14px;text-align:right;display:blocco;margine inferiore:32 px;margine destro:16px;font-weight:grassetto}# messaggio-abbonamento a{display:block;larghezza:210px;imbottitura:8px;colore:#fff;bordo inferiore:nessuno;colore di sfondo:# e84142;text-align:center;margine:0 auto;bordo-raggio:3px;Famiglia di caratteri:side,sans-serif;Dimensione carattere:17px;altezza della linea:24px;-webkit-box-shadow:0 0 20px 0 rgba (0,0,0,0,6);–moz-box-shadow:0 0 20px 0 rgba (0,0,0,0,6);scatola ombra:0 0 20px 0 rgba (0,0,0,0,6)}# messaggio-abbonamento a:hover{background-color:# db1b1c;bordo inferiore:nessuno;-webkit-box-shadow:0 0 0 0 rgba (0,0,0,0,6);-moz-box-shadow:0 0 0 0 rgba (0,0,0,0,6);shadow-box:0 0 0 0 rgba (0,0,0,0,6)}

Non siamo una parte, non cerchiamo il consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma vorremmo ringraziare i lettori che ci acquistano in edicola ogni mattina, consultare il nostro sito o iscriversi a Rep:.
Se vuoi continuare ad ascoltare un’altra campana, forse imperfetta e talvolta irritante, continua a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostegno al giornalismo
Iscriviti a Repubblica

->

->

source–>https://www.repubblica.it/cronaca/2020/03/27/news/coronavirus_situazione_italia-252433461/?rss

You May Also Like

About the Author: Muhammad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *