Coronavirus, Conte convoca opposizioni di centrodestra per un vertice di emergenza

Il primo ministro Giuseppe Conte chiama il centrodestra a un vertice, coinvolgendo anche l’opposizione nella gestione dell’emergenza coronavirus. Il confronto è fissato per stasera. Matteo Salvini ha comunicato la notizia: “Dopo la cordiale telefonata del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, è arrivato anche Conte, che dopo le nostre richieste ha invitato l’opposizione di centrodestra alle 7 di sera a Palazzo Chigi per una discussione sulla situazione. Non mancano idee, consigli e proposte concrete da presentare ai governi! “.

Immediatamente dopo l’annuncio di un nuovo giro di vite del governo con “Close Italy”, con nuove chiusure per arginare la drammatica marea della morte e delle infezioni da coronavirus, il capo del Carroccio aveva severamente criticato il Primo Ministro. “Non è possibile continuare così, con i decreti annunciati di notte, poi la mattina non ce n’è e lascia metà del paese nel caos, è necessaria la chiarezza e il coinvolgimento di tutti, il Il Parlamento deve essere riaperto perché alcune scelte devono essere prese insieme, non da soli in una stanza a mezzanotte “, attacca il leader della Lega. E poi:” Se qualcuno nel governo non ci ascolta – ha aggiunto Salvini – noi saremo ascoltati dal Presidente della Repubblica. L’Italia ha bisogno di tutti, non solo di qualcuno, ha bisogno di certezza, nessuna pubblicità su Facebook viene fornita di notte e rifiutata la mattina successiva. “

E oggi è arrivata l’apertura di Conte, che, nel momento più delicato per il Paese dopo la seconda guerra mondiale, deve tenere aperto il dialogo con il centro-destra per cercare di mantenere il Parlamento il più coerente possibile per superare questo momento drammatico, cercando il maggior numero di punti di contatto il più possibile per i prossimi passi che saranno adottati dal governo.

“Dobbiamo intervenire immediatamente nella razionalizzazione delle pratiche della CIG, fondo di licenziamento per utili, esteso, anche su richiesta della Lega, alle microimprese e alle piccole imprese ”. Lo hanno detto i deputati della Lega Claudio Durigon, ex sottosegretario al lavoro, ed Elena Murelli, membro della Commissione del lavoro della Camera. “È quindi essenziale, inoltre, annullare i costi degli accordi dei sindacati: in questo momento, infatti, riceviamo – aggiungono i rappresentanti della Lega – molti rapporti di consulenti del lavoro che segnalano la richiesta di accuse dai sindacati per firmare accordi o integrazioni al conto INPS per le aziende, in tempi di grande difficoltà. Senza queste precauzioni, c’è il rischio di negare a migliaia di lavoratori l’accesso a queste reti di sicurezza sociale essenziali per sopravvivenza di posti di lavoro e imprese “.

23 marzo 2020 (modifica il 23 marzo 2020 | 16:18)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

source–>https://www.corriere.it/politica/20_marzo_23/coronavirus-conte-convoca-opposizioni-centrodestra-un-vertice-sull-emergenza-53cc03c6-6d12-11ea-ba71-0c6303b9bf2d.shtml

You May Also Like

About the Author: Izer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *