Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha affermato che gli Stati Uniti e la NATO erano pronti a ridurre la loro presenza militare in Afghanistan se i talebani fossero interessati a ridurre la violenza e ad arrivare al tavolo dei negoziati.

“Non stiamo lasciando l’Afghanistan … La NATO ha affermato che l’America, se i talebani dimostrano una volontà e una capacità autentiche di ridurre la violenza, siamo pronti ad adeguare la nostra presenza”, ha affermato Stoltenberg nel suo discorso alla Conferenza di sicurezza di Monaco.

“L’obiettivo della nostra presenza in Afghanistan è di inviare un messaggio ai talebani che non vinceranno mai sul campo di battaglia, ma devono scendere a compromessi reali al tavolo dei negoziati”, ha aggiunto il segretario generale della NATO.

In risposta a una domanda del pubblico, Stoltenberg ha affermato che “ad un certo punto, gli afgani dovrebbero essere pienamente responsabili del loro futuro”, aggiungendo che questo deve essere un processo di pace “di proprietà afgana”.

Funzionari afgani hanno detto ai loro negoziatori statunitensi che “è necessario tempo per riprendersi”.

In questa foto scattata a giugno 2019, l'elicottero dell'esercito americano Chinook atterra in un campo fuori dal palazzo del governatore mentre visita gli attori del comandante americano e della NATO Scott Miller e gli attori di Asadullah Khalid in Afghanistan. Il ministro della Difesa afgano, Maidan Shar, è la capitale della provincia di Wardak.

Vogliono una comprensione più sfumata di come la proposta di “significativa riduzione duratura della violenza” con gli Stati Uniti sia d’accordo con i talebani.

La fonte afferma che gli afgani sostengono pienamente ciò che gli Stati Uniti stanno facendo e “rispettano” il loro accordo con i talebani, ma hanno bisogno di informazioni più dettagliate su come ridurre la violenza.

Ma come sarà monitorato questo accordo e quali saranno le sue regole? Il governo afgano discuterà della questione con il comandante in capo degli Stati Uniti Austin Scott Miller in Afghanistan, e la fonte afferma che avrà un grosso problema.

La fonte ha fornito numerosi esempi, tra cui:

  • E se i talebani passassero attraverso un checkpoint ufficiale e prendessero più territorio eseguendo efficacemente il proprio checkpoint a breve distanza?
  • Come verrà presa una decisione in caso di violazione dei termini del contratto e chi prenderà tale decisione?
  • Come sarebbe stato determinato che si trattava di un’unità talebana canaglia o che i talebani agivano sotto il comando del comandante?
  • Cosa farebbe un ufficiale dell’esercito afgano se incontrasse un comandante talebano che ha ucciso suo fratello?
  • Se il governo afgano scopre che i talebani hanno creato un’autobomba – diranno ai talebani di disattivarlo? O aspettano che i talebani lo schierino?

Questi sono solo alcuni esempi delle diverse situazioni che possono sorgere. La fonte non ha detto per quanto tempo avrebbero pensato che la “ripresa” sarebbe durata, ma sono sicuri di credere nelle parole degli americani.

Inizialmente il piano era di “ridurre la violenza” (RIV) ma fonti affermano che Trump ha deciso che dovrebbe essere una “significativa riduzione permanente della violenza” che sarebbe seguita da una serie di azioni attente:

Prima ci sarà un “pre-RIV”, poi un RIV, seguito da una cerimonia della firma. Questa volta dovrebbe durare circa 5 settimane. Questo è un “RIV avanzato” e quindi, se tutto va bene, ci sarà un cessate il fuoco.

Il governo afghano ritiene che i talebani stiano cercando di sfruttare la RIV a loro vantaggio, ha detto la fonte. Dicono che il governo stia “parlando” ai talebani, dove i militanti affermano di aver vinto la guerra. La fonte afferma che l’umore dei talebani è “vincente” e “cercano di convincere i loro combattenti” [RIV with the US] “Non un compromesso, una sconfitta delle potenze occidentali.” I talebani chiamano la loro base “secondo fonti, una questione di tempo prima che siamo pronti ad occupare il paese”.

I guerrieri sono tornati “socializzati” nella società

Nonostante la propaganda talebana, la fonte ha affermato che la valutazione ufficiale dell’attuale mentalità talebana è che hanno paura della pace perché i loro guerrieri tornano alla società e “socializzano” quando la guerra è finita.

La fonte ha ricordato un cessate il fuoco di due giorni l’anno scorso quando i talebani sono venuti in città per prendere il gelato, ma dopo quel tempo, alla leadership talebana è stato chiesto di tornare o uccidere i loro combattenti in servizio. Gli studi hanno dimostrato che la maggior parte delle persone nei talebani non vogliono la guerra o vivono nella paura del dominio dei talebani.

Il governo ritiene che i talebani non saranno riconosciuti da loro e non saranno mai in grado di gestire con successo il paese; Secondo la fonte, non è perché la maggior parte delle persone lo rifiuta, ma perché non ha soldi. È solo il governo afghano che può attirare denaro e assistenza per gli aiuti internazionali, che aiuta a mantenere il paese in funzione, ha aggiunto la fonte.

Sotto la guida del presidente Ghani, il governo afgano ha negoziato con il team americano a Monaco per determinare la sua valutazione del rischio e le condizioni di mitigazione del rischio.

La fonte afferma che la parte americana ha detto loro: “Lascia che i talebani diano quello che vogliono dire, lascia che lo dicano dove vogliono dirlo; la realtà è che i talebani hanno accettato di alienare Al Qaeda”.

“Hanno concordato che si siederanno dall’altra parte del tavolo e parleranno”, dice la fonte.

“Ti garantiamo se si rompono [the terms of deal] Gli Stati Uniti avranno abbastanza forza letale per distruggerli, ora siamo con gli afghani e saremo con l’Afghanistan per sempre. ”

Hanno detto che i funzionari statunitensi hanno detto loro che non si “ritirano” dall’Afghanistan, ma gli Stati Uniti stanno “dando una possibilità alla soluzione politica”. La fonte afferma di aver assicurato agli Stati Uniti che “se i talebani non rispettassero, prenderemo in considerazione la possibilità di rompere l’accordo e possibilmente aumentare i militari”.

Gli afgani hanno detto al team americano che volevano diventare un partner americano per l’attuazione dell’accordo con i talebani e avevano “forzatamente” capito come ridurre il rischio attraverso il loro recupero, ha detto la fonte.

Dicono che sono i calcoli del governo afgano che dopo il rilascio dell’accordo RIV, i talebani godranno di un picco di popolarità da cinque a otto settimane a causa della mungitura dell’accordo per la pubblicità. Lo stimolo poi diminuirà, i talebani non soddisferanno le aspettative, i combattenti non vorranno tornare in guerra e la dinamica cambierà.

Il messaggio del governo afgano al popolo americano è che miliardi di dollari spesi in Afghanistan non sarebbero stati sprecati, ma sarebbero sprecati se gli Stati Uniti se ne fossero andati, secondo la fonte. Questo denaro ha reso gli Stati Uniti un partner forte nel raggiungimento dei suoi obiettivi nella regione.

La fonte ha detto in un messaggio che ha reso felice Trump che “ti scuoti per le tue sciocchezze” con gli afghani. Ma non stiamo chiedendo agli americani di restare o di dire loro cosa fare: “Facciamo affidamento sulla nostra forza”, ha aggiunto la fonte.

Dissero che l’accordo con i talebani dipendeva apertamente da loro per perseguire al-Qaeda, che in realtà forniva ai talebani le informazioni necessarie per consegnare le cellule di al-Qaeda agli Stati Uniti che i talebani stavano ospitando. Due decenni.

Se gli attuali piani per gli Stati Uniti rimangono, possiamo aspettarci che i livelli dell’esercito americano vengano abbassati e la presenza della CIA verrà ulteriormente ridotta entro i prossimi 14 mesi, secondo la fonte.

Il governo afgano ritiene che gli Stati Uniti abbiano la promessa di sostenere ulteriori forze aeree afgane, commando, unità antiterrorismo e polizia che si concentreranno su operazioni antiterrorismo.

La fonte ha detto che la situazione sarebbe un nuovo terreno comune per l’Afghanistan, dove c’erano livelli di chiarezza ed esitazione. Insieme alla connessione dei talebani con la droga, deve fare i conti con le sue altre attività criminali organizzate, tutte le quali esprimono il livello di proposte per porre fine al conflitto di quattro anni in Afghanistan.

Dicono che il presidente dell’Afghanistan descrisse l’attuale piano americano come “una vista da 10.000 piedi”. Dicono che i prossimi colloqui lo metteranno a terra per determinare come implementarlo.

Il governo afghano ritiene di poter aiutare ad eseguire il piano americano; “La pace non è il dono dei talebani”, ha detto la fonte, “la pace sarà effettivamente accettata dai talebani”.

.

News Reporter

Lascia un commento