Quindi, da adulto, Lee ha deciso di cambiarlo.

Avanti veloce fino al 2020 e, inutile dirlo, ha avuto un grande impatto. Le band K-pop sono un nome di famiglia negli Stati Uniti. Visitatori da tutto il mondo si sintonizzano su spettacoli teatrali realizzati dalla Corea del Sud. E domenica, la barzelletta oscura della Corea del Sud “parassita“È diventato il primo film in lingua straniera a vincere La migliore foto Nella storia degli 92 anni degli Oscar.

Lee – il vicepresidente della compagnia di intrattenimento CJ Group Women – è stato il produttore esecutivo del film. Ma per molti è più di questo: è la madrina di un film coreano.

Crescendo, Lee è stato afflitto da una mancanza di esposizione globale al contenuto coreano.

“La sua idea era” di spingere la nostra roba coreana ad altre persone per vederla, basta continuare a premerla, spingerla “, ha detto.

“Credo davvero che il nostro contenuto sia flessibile e che sia completamente diverso da qualsiasi altro” “” “Devo credere che riconosceranno veramente la differenza.”

Negli anni ’90, Lee e suo fratello Lee Jae-hyun hanno fondato la divisione media del gruppo CJ. Al giorno d’oggi, non c’è quasi nulla nel mondo dello spettacolo che non coinvolga CJ Entertainment e i media একটি I canali televisivi hanno una mano, un’etichetta discografica, una società di produzione cinematografica – persino l’annuale KCON, che si tiene intorno all’annuale Korean Wave Convention, per portare una band Kpop. aiutato BTS Per un pubblico mondiale

“Ho sottolineato (contenuto coreano) con fiducia e con fede e con fiducia in esso”, ha detto.

Negli ultimi dieci anni, le esportazioni culturali della Corea sono cresciute L’effetto è internazionale – Non solo in Asia, ma nei paesi di lingua inglese, dove il pubblico è a volte Resistente ai sottotitoli Films.

Domenica, uno dei tanti sogni di Lee si è avverato: il riconoscimento agli Oscar. Il “Parasite” diretto da Bong Joon-ho ha ricevuto quattro premi, tra cui quello per il miglior film – che Lee ha descritto come “una piacevole sorpresa”.

È difficile sopravvalutare il significato della vittoria. Solo 4 film in lingua non inglese sono stati nominati nella categoria Miglior film.

Perché l'ultimo decennio ha visto l'ascesa e la crescita della cultura pop dell'Asia orientale

Dopo aver annunciato i premi, un Lee sorridente è salito sul palco, dove è stato elogiato per Bong, con cui ha lavorato per il film di fantascienza del 2013 “Snowpears” per quasi due anni.

“Adoro tutto di lui. Il suo sorriso, i suoi capelli folli, il modo in cui parla, il modo in cui cammina, e soprattutto il modo in cui lo dirige, quello che mi piace di lui è il suo senso dell’umorismo e la verità che può davvero essere. Scherzandosi e non si prende mai troppo sul serio “, ha detto.

Lee ha anche ringraziato il pubblico cinematografico coreano.

“(Hanno) supportato davvero tutti i nostri film e non hanno mai esitato a darci un’opinione diretta su tutti i nostri film. E non ci permette mai di essere compiacenti e continuare a spingere”, ha detto.

Il futuro

Ora Lee vuole migliorare ulteriormente il successo di “Parasite”.

Il suo piano è quello di includere film coreani, televisione e giochi a conferenze internazionali come KCon per aiutarli a ottenere una maggiore visibilità all’estero. Significativamente per i fan di “Parasitic”, sta lavorando con il regista Bong in altri due film – uno in inglese e uno in coreano – dice Bong – che dice di essere soprannominato “Bongtel” perché è così dettagliato – ha una straordinaria capacità di attirare il pubblico su un film.

Lee personalmente non si vede come un vincitore dell’Oscar – è “un sostenitore dei vincitori dell’Oscar”. E per lui, vincere sembra avere un impatto molto maggiore rispetto alle persone coinvolte nella realizzazione del film.

“Penso che abbia davvero ispirato molti registi e creatori di contenuti in tutta l’Asia, non solo in Corea”, ha detto. “Penso che le persone siano state più inclini a essere più appassionate e spingersi verso il limite e non avere paura di esprimere le proprie idee e la propria creatività.

“Questa è una cosa davvero positiva che sta accadendo a tutti” ”

.

News Reporter

Lascia un commento