I ricercatori dell’Università della California, a Los Angeles, affermano che la scissione è avvenuta tra 360 e 1 milione di anni fa. Come i Neanderthal riprodotti con gli antenati dei moderni antichi europei, quest’uomo antico aveva un figlio con gli antenati degli antichi africani, composto da Arun Durvasul e Sriram Sankaraman.

Dicono che il DNA di questa popolazione archeologica sia tra il 2% e il 19% della discendenza genetica dei moderni africani occidentali.

Ben consolidato ricercaSecondo lo studio, l’esistenza del DNA di Neanderthal e del DNA di Denisovan è stata stabilita nelle popolazioni europee moderne.
I ricercatori dell’UCLA affermano che “sebbene vari studi abbiano rivelato i contributi dei discendenti degli attuali africani da una profonda discesa, la natura di questi contributi non è stata compresa molto poco”. Questo fa parte del motivo Rara documentazione fossileDifficoltà nell’ottenere DNA dall’Africa e dagli antichi.

Gli scienziati dell’UCLA superano queste sfide per trovare “fantasmi” della tribù degli ominidi usando tecniche di modellizzazione computerizzata nel DNA moderno.

Hanno creato una “mappa dell’archeologia a livello di genoma” attraverso quattro popolazioni etniche dell’Africa occidentale che vivono in tre paesi: Nigeria, Sierra Leone e Gambia.

Ecco un piccolo uomo delle caverne tra tutti noi: riproduzione umana primaria

I ricercatori hanno confrontato i genomi degli Africani occidentali con i genomi di Neanderthal e Denisovans, e i ricercatori hanno studiato se un ominina sconosciuta fosse allevata da antenati che erano isolati dall’albero della famiglia umana prima dei Neanderthal. I dati suggeriscono che potrebbe coinvolgere più popolazioni.

Il professor Joel de Irish, biologo della Liverpool John Moores University, ha detto alla CNN che probabilmente c’erano molte antiche popolazioni umane.

“Penso che un tempo esistessero tutti i tipi di popolazioni, la genetica era abbastanza diversa da sembrare un po ‘diversa”, ha detto.

“Tutti sono inclini alla confluenza. Penso che troveremo più di questa popolazione” fantasma “.

Dopo aver estratto i primi genomi dalle ossa degli ominidi dell’Età della Pietra, Gli scienziati hanno scoperto nel 21 Che gli europei dell’est, europei, asiatici e americani si riproducessero con i Neanderthal.

Il mese scorso, i ricercatori del Lewis-Sigler Institute for Integrative Genomics di Princeton hanno affermato di aver identificato per la prima volta anche la discendenza neanderthal per gli africani.

I loro dati indicano che un’ondata di umani moderni migrò dall’Africa all’Europa circa 200.000 anni fa e interferì con i Neanderthal prima di tornare in Africa.

Ha messo in dubbio la diffusa teoria della migrazione umana “fuori dall’Africa”, il che significa che le persone moderne sono nate in Africa e si sono diffuse in tutto il mondo in una sola ondata da 60 a 6.000 anni fa.

Katie Hunt della CNN ha contribuito a questa storia.

.
– CNN

News Reporter

Lascia un commento