Il procuratore distrettuale della contea di Fulton Paul Howard Jr. ha dichiarato alla CNN che i suoi investigatori intervisteranno e misureranno le prove potenziali prima di decidere se avviare un’indagine sulla morte a scuola piena.

Brown, uno degli animatori più famosi del paese, è morto in un ospedale di Atlanta il 27 dicembre 2006, all’età di 73 anni. Il suo certificato di morte attribuiva l’attacco cardiaco e il fluido ai polmoni. Ma il dottore che firmò quel certificato, Marvin Crawford, in un’intervista alla CNN disse a CNN che si era sempre chiesto cosa fosse successo e se l’improvvisa morte di Brown fosse causata da una sostanza velenosa.

Le indagini della CNN hanno sollevato domande sulla morte di James Brown e della sua terza moglie, Adrienne

“È cambiato molto rapidamente”, ha detto Crawford. “Era un paziente che non avrei previsto fosse una codifica … Ma è morto quella notte e ho sollevato la domanda: cosa è andato storto in quella casa?”

Un anno fa La CNN ha pubblicato una serie esplorativa Il che ha sollevato domande sulla morte di Brown. Ha citato 3 persone che volevano un’autopsia o un’indagine criminale. Tra queste persone ci sono il manager di Brown, suo figlio Daryl, la sua ultima moglie, un uomo che portava una rugiada del sangue di Brown in ospedale e il cantante dei The Circus, Jack Hollander, che per primo disse alla CNN Daily che Brown era stato ucciso.

È stato Hollander a incontrare il procuratore distrettuale mercoledì. Ha cercato di organizzare un incontro nel 2019, ma dice che nessuno lo ha richiamato. A gennaio, dopo aver chiesto a un portavoce della CNN le sue chiamate, Howard ha dichiarato di aver accettato di incontrarla. E ha accettato di andare da un reporter della CNN e da un incrociatore con videocamera nella sala conferenze durante l’intervista.

Jack Hollander e James Brown in uno studio di registrazione.

Howard ha portato gli altri due pubblici ministeri alla riunione, ma lui stesso ha condotto l’intervista. Mentre Hollander raccontava la sua storia, prendeva appunti su un blocco note bianco. Fornì un elenco di altri potenziali testimoni, distribuì una pila di messaggi di testo stampati e spiegò come era entrato in possesso di un cestino di plastica verde che riteneva fosse pieno di prove.

“Allora,” chiese Howard, seduto in una macchina in fondo al tavolo della conferenza, “stai lasciando il cestino qui?”

“Bene”, ha detto, “Non sono sicuro”,

Howard Binn e il suo contenuto sono accettati. Dice che i suoi investigatori esamineranno la storia di Hollander nei prossimi mesi e poi decideranno di aprire l’intera indagine. Dopo che Howard ebbe completato l’intervista, Hollander ebbe un incontro privato con un assistente procuratore distrettuale che prese l’inventario degli oggetti che Hollander aveva portato. Si trasferì dal tribunale della contea di Fulton con una ricevuta di proprietà.

Circa tre anni fa, ha sorpreso la CNN, sostenendo che James Brown e la sua terza moglie, Adrienne, furono entrambi assassinati.

Adrienne Brown è morta in California mentre si stava riprendendo da un intervento di chirurgia plastica. Gennaio 1996. La polizia di Beverly Hills ha rifiutato di avviare un’indagine sulla sua morte.

Nei messaggi di testo scaricati dall’iPhone di Hollander, nelle interviste con oltre 140 persone e migliaia di pagine di documenti di polizia e giudiziari, la CNN ha trovato molte ragioni per chiedersi se James o Adrienne Brown fossero morti per cause naturali. Di conseguenza, una serie in tre parti ha fatto notizia in tutto il mondo in pubblicazioni dalla Germania al Brasile, da Rolling Stone a The Guardian, e alcuni si sono chiesti cosa avrebbero fatto le autorità dopo.

Seguì un curioso silenzio. Nessuno al potere sembrava disposto a fare il passo successivo.

La polizia di Atlanta ha rifiutato di avviare un’indagine sulla morte di James Brown. Passò un anno intero. E poi il procuratore distrettuale ha dato a Hollander un pubblico.

“È stato molto gentile”, ha detto fuori campo mercoledì pomeriggio. “Penso che arriverà fino in fondo.”

.

News Reporter

Lascia un commento