Eppure, come Trump lì Le forze all’interno della stessa squadra di Sanders È contro di lui, scontando la sua prima vittoria e diminuendo le sue possibilità di uscire in vetta. Come Trump, i critici hanno detto, il percorso di Sanders è troppo stretto, i suoi motivi sono troppo ampi, per ottenere questa nomination. Anche se lo fa, dicono, soffrirà nelle elezioni generali.

Naturalmente, dicono, lo slancio iniziale di Sanders svanirà e un altro candidato Tiger tradizionale alla fine lo abbatterà.

Questa è la narrazione che ha circondato Trump quattro anni fa. Quindi era troppo tardi. Trump stava aprendo la strada.

Per gli avversari più moderati di Sanders, 20 possono essere una lezione di esperienza per uno dei candidati sostenuti dall’establishment, adottato da Trump in Trump.

“La gente non si rende conto della velocità con cui vanno le cose e quanto sono già lontane”, ha dichiarato Tim Miller, presidente della campagna presidenziale per i 20 presidenziali di Jeb Bush, che ha trovato una forte somiglianza di fronte ai democratici contrari alla nomina di Sanders. Nel primario repubblicano della Repubblica.

Miller ha aggiunto di aver scoperto che i democratici stavano vedendo che lui e altri repubblicani avevano ripetuto la stessa logica durante il ciclo elettorale del 2016.

“L’idea è quella [Sanders] Miller ha detto alla CNN: “C’è un limite all’idea che gli elettori primari hanno due corsie”. Non funziona così. Gli elettori non cadono per le strade. “

È così che ha fatto Trump

All’inizio del 2016, sebbene Trump abbia trascorso mesi in cima alle elezioni nazionali, la sua candidatura è stata vista come una sorta di fantasia. Molti repubblicani furono sorpresi dal suo entusiasmo ma respinsero le sue possibilità di vincere. Il suo secondo posto in Iowa ha spinto i miliardari di New York a rimandare lo slancio in avanti. Poi è arrivato il New Hampshire il 9 febbraio, Dove Trump ha dominato il campoHa vinto oltre 100.000 voti e il 35% degli elettori principali del GOP.

Ciò che è venuto dopo è stata una vittoria costante e un secondo posto. Trump ha vinto la Carolina del Sud nella stessa sezione, il 5%, il 27 febbraio, e poi tre giorni dopo ha diffuso il concorso al Nevada, con il 46% dei voti. I primi set della prossima vittoria di Trump hanno mostrato la sua crescita lenta ma costante.

Martedì Super, Trump ha guadagnato il 34% dei voti repubblicani in 11 stati, vincendone sette di fila. Tra il 5 e il 12 marzo, ha vinto il 37% dei voti in 10 stati e nel Distretto di Columbia.

A questo punto, la gara era effettivamente finita – Trump stava raggiungendo la nomination prima che i suoi avversari sapessero cosa era successo. Sensore. Marco Rubio e Ted Cruz e l’ex governatore dell’Ohio John Kasich hanno partecipato un po ‘alla gara, ma la traiettoria era già chiara.

Otto mesi dopo, Trump ha vinto tutto – una pluralità di voti anticipati, per lo più delegati, la nomina del Partito Repubblicano, persino la presidenza. Non vi era alcuna alleanza con i rivali di Trump, nessuna conferenza in competizione, nessun elettore del GOP a novembre fece proteste significative sulla sua nomina.

Invece, Trump ha fatto questo con un flusso costante di vittorie, raccolta di delegati e lentamente ma sicuramente unificando il supporto in tutto il partito. Trump non guadagnerà mai la parte del leone nel voto primario repubblicano – finirà per poco meno del 5% – ma non importa.

Pluralità senza maggioranza

Come Trump, anche Sanders non avrà bisogno di un voto di maggioranza nella Primaria e nel Caucaso per vincere la nomination. Anche se vince le primarie a breve termine, o arriva secondo o terzo tra alcuni di loro, Sanders, come Trump, può rovesciare i rappresentanti. Gli avversari al centro-sinistra di Sanders continuano a correre, e in meglio.

Bernie Sanders è salito sul palco durante un evento di prima serata a Manchester, nel New Hampshire, l'11 febbraio 2020.
Nel frattempo, gli altri candidati – Pete Buttigieg, Amy Klubuchar, Joe Biden e Elizabeth Warren – Ritrovati nello stesso posto degli sfidanti di Trump nel 2016. Le campagne di C Cruz, Rubio, Bush e Kasich e i super PACs di supporto si sono concentrati sul muoversi l’uno dietro l’altro, anche se i corridori di fronte erano relativamente poco ispirati.

E ora che la votazione è iniziata, l’impatto della palla di neve tornerà a beneficio di Sanders: una vittoria potrebbe portare a ancora più vittorie.

Nonostante il background di Sanders, rimane al centro delle principali questioni del partito degli elettori democratici, come l’assistenza sanitaria e i cambiamenti climatici. Sanders si comporta meglio con i giovani elettori e con campagne che al momento possono parlare del senso di urgenza dei democratici.

Paura e odio a Las Vegas e oltre

Tuttavia, i democratici dell’organizzazione sono attenti a tutti i motivi per cui Sanders non può vincere o vincere. Hillary Clinton, il candidato del 2016, ha dato questo punto di vista in una recente serie di documentari.

“È stato al Congresso per alcuni anni. Uno dei suoi senatori lo ha sostenuto. A nessuno piaceva, nessuno voleva lavorare con lui, non ha fatto nulla”, Clinton Dice nel film, Secondo The Hollywood Reporter, che per primo ha riportato i suoi commenti. “Era un politico di carriera. Tutto era solo banale e mi sono sentito così male che la gente è stata risucchiata.”

Washington Democrats ha riferito sui commenti di Clinton sulla CNN.

“Il suo messaggio al partito non è sottrazione e divisione, aggiunte o moltiplicazioni”, ha affermato un dipendente senior del Middle Midwestern House Democrat. “” Il loro messaggio è “Se non sei con Bernie, sei stupido o sbagliato” e questo non è un messaggio che costituisce un’alleanza con il Presidente.

CNN Sanders ha detto che CNN Sanders sarebbe stato elettrizzante contro Trump.

“Bernie non obbedisce al conto. Ciò che Hillary dice di lui è assolutamente vero”, ha detto l’assistente.

Qualcuno lo seguirà?

Mentre i professionisti politici di Washington parlano della fantasia di Sanders come Trump, i candidati alternativi sono impegnati a battersi l’un l’altro piuttosto che il primo classificato.

Concentrati sul Buttigie di Klubuchar (e altri) Il dibattito finale nel New HampshirePochi giorni prima del voto, probabilmente ha contribuito a incoraggiarlo nel New Hampshire, e l’ex sindaco di South Bend sembra aver rallentato dopo la sua sorprendente vittoria nello Iowa. Allo stesso tempo, Biden Ha lanciato un annuncio La mancanza di esperienza di Buttigieg è scioccante.
Nonostante la sua deludente quinta posizione nel New Hampshire, la campagna di Biden rimane al centro dell’attenzione Mike BloombergIl consulente senior Simon Sanders ha detto ai giornalisti mercoledì di essere “estremamente turbato” Audio spostato di recente Ex sindaco di New York City che difende la sua politica Stop & Frisk.

Se i democratici vogliono imparare qualcosa dall’esperienza repubblicana del 2016, Miller ha detto che dovrebbero attaccare di più Sanders. Ma c’è anche il rischio di essere troppo duri contro il front runner: i suoi sostenitori possono reagire più di chiunque altro possa stabilire lo spirito del Partito Democratico. Ad esempio, nel 2016, si temeva che i sostenitori del senatore del Vermont fossero frustrati dagli elettori alle elezioni generali a causa della prolungata battaglia di Clinton con Sanders.

“C’è una grande paura di attraversare gli elettori del Bernie”, ha detto Miller, “questa è una paura completamente logica”.

Ma almeno alcuni democratici hanno segni di superare questa paura delle proprie prospettive elettorali. Il rappresentante Joe Cunningham, un democratico di primo mandato che rappresenta il distretto costiero a rischio della Carolina del Sud, passò direttamente a Sanders ore dopo aver vinto il New Hampshire.

“I caroliniani del sud non vogliono il socialismo”, Cunningham Informato la posta e il corriere A Charleston. “Vogliamo sapere come farai le cose e come le pagherai. Il seguente paese vuole che le proposte di Bernie aumentino le tasse su quasi tutti ed è qualcosa che non ho mai sostenuto.”

Jamie Gangel della CNN, Arlette Sanz e Jeff Simon hanno contribuito a questa storia.

.

News Reporter

Lascia un commento