La moglie lo tradisce per anni, la Cassazione “condanna” il marito

La moglie lo tradisce per anni, la Cassazione “condanna” il marito

13/03/2019 0 Di redazione
CONDIVIDI ---> FacebooktwitterFacebooktwitter

Non solo la scoperta d’essere stato tradito ripetutamente, e per anni, dalla moglie. Oltre al danno, per un uomo che si è rivolto ai giudici, s’è aggiunta la beffa: la Cassazione, infatti, ha detto di “no” alla richiesta di risarcimento, che sarebbe dovuto essere di circa 15mila euro (da dividere fra la moglie e l’amante) e lo ha condannato al pagamento delle spese legali del caso.

Cosa è accaduto? La donna, paradossalmente, è stata salvata dal comportamento tenuto proprio durante la storia portata avanti con “l’altro”. Che, nel caso specifico, è stato un collega di ufficio. Lei non ha reso pubblica la relazione, fino a quando non è avvenuta la separazione dal marito. I magistrati ritengono, dunque, che il marito non abbia subito “lesioni” alla propria dignità personale “né tantomeno un pregiudizio alla salute”.

Nel posto di lavoro, come si è appurato, non era noto il tradimento, un dettaglio che si è rivelato decisivo nella decisione finale. Il consorte, quindi, era stato “cornificato”… con stile, e alla fine all’uomo non è stato risarcito un solo euro.

Secondo la versione dell’uomo, la scoperta del tradimento avrebbe causato depressione. I giudici, che hanno smentito tale ipotesi, lo hanno pure condannato al pagamento delle spese.

CONDIVIDI ---> FacebooktwitterFacebooktwitter