Addio, Pino Caruso: Palermo perde una delle sue colonne

Addio, Pino Caruso: Palermo perde una delle sue colonne

08/03/2019 1 Di redazione
CONDIVIDI ---> FacebooktwitterFacebooktwitter

Palermo perde uno dei suoi simboli, una delle sue “colonne”: ieri pomeriggio, all’età di 84 anni, è morto a Roma Pino Caruso. Stava male, come ha detto la moglie, da un po’ di tempo, ma “se ne è andato sereno”. I funerali dell’attore, che ha da sempre avuto la città di Palermo nel cuore, si svolgeranno domani

UN “ALFIERE” DELLA PALERMITANITA’

Pino Caruso fu un alfiere della palermitanità in televisione ed al cinema, in compagnia di altri personaggi come Franchi e Ingrassia o Lando Buzzanca. Soltanto negli anni Settanta diventò anche un volto televisivo, approdando in Rai, con Ornella Vanoni (“Due di noi”) e, successivamente, all’inizio degli anni Ottanta con Milva in “Palcoscenico”. Nel 1982 lavorò invece su Raidue, a “Che si beve stasera?”.

IL FESTINO DELLA SVOLTA

Il suo amore per Palermo fu da sempre grande: per la città mise su un vero e proprio “rinnovamento” del Festino che venne definito “della svolta”: dopo il 1995 la festa di Santa Rosalia fu una serie di autentiche “edizioni kolossal”. Negli ultimi anni si era dedicato soprattutto ai libri ed alla scrittura. Pubblicò diversi aforismi e la raccolta “Il venditore di racconti”. Pino Caruso è stato anche un grandissimo tifoso del Palermo calcio, che ha da sempre sostenuto, soprattutto nella fase più bella dell’era Zamparini.

CONDIVIDI ---> FacebooktwitterFacebooktwitter