“Panchina della solidarietà”, missione “di cuore” a Caltanissetta

“Panchina della solidarietà”, missione “di cuore” a Caltanissetta

28/02/2019 0 Di redazione
CONDIVIDI ---> FacebooktwitterFacebooktwitter

La chiamano ormai “panchina della solidarietà”. Nasce a Caltanissetta, ed è l’iniziativa di un panificatore originario di Ribera, che viene incontro a tutti i bisognosi. Ogni sera, infatti, Fedele Termine, chiudendo la lunga giornata di lavoro presso il proprio panificio, recupera buste di latte, acqua, olio e pane rimasto durante il giorno, e va a “sistemare” il tutto su una panchina. E proprio su quella panchina, in via Frà Giarratana, un po’ casualmente negli ultimi tempi è nato una sorta di “centro di raccolta” di viveri per tutti i bisognosi.

Della storia di Termine ha parlato il quotidiano La Repubblica, cui l’uomo con orgoglio ha raccontato che “sulla mia panchina non manca mai il cibo. A volte porto io stesso i viveri – dice – che ho raccolto a casa di chi ne ha bisogno. In fondo, è tutto iniziato così. Quando un mese fa, la mamma di una bambina ammalata mi ha chiesto di portarle del pane rimasto al negozio perché non poteva permettersi di darle da mangiare. Sono corso in aiuto e da allora ho iniziato a farlo ogni giorno. E’ diventata la mia missione”.

“Il pane”, il suo panificio, è diventato anche un punto di riferimento per diversi giovani che danno una mano, operando nel sociale. E da poco, è anche nato un gruppo di aiuto, “Ragazzi della notte”, che ha fra gli obiettivi anche quello di sensibilizzare contro l’abuso di droghe e alcool.

CONDIVIDI ---> FacebooktwitterFacebooktwitter