Divorzio a Sciacca, anche il cane “diviso” fra i coniugi

Divorzio a Sciacca, anche il cane “diviso” fra i coniugi

21/02/2019 0 Di redazione
CONDIVIDI ---> FacebooktwitterFacebooktwitter

Bisognerà dividere le spese per tutto. Nel caso specifico, per i croccantini e per le cure veterinarie. Provvedimento inusuale, e con pochi precedenti in Italia, a Sciacca, dove il tribunale, nell’ambito di una causa di separazione non consensuale, ha affidato il cane di famiglia ad entrambi gli ex coniugi. Che dovranno tenerlo, e scambiarlo, a settimane alterne.

Una decisione che, come ha spiegato l’avvocato Bruno – legale di uno dei due coniugi – deriva a seguito del “vuoto normativo che c’è al momento su questa materia”. Il marito e la moglie, infatti, dopo la separazione, avrebbero voluto, entrambi, continuare ad avere il cane. Così, il giudice ha cercato di accontentare i due, ritenendo “doveroso di tutela il sentimento nei confronti degli animali”.

CONDIVIDI ---> FacebooktwitterFacebooktwitter