Al Biondo la tragedia del piccolo Giuseppe Di Matteo

Al Biondo la tragedia del piccolo Giuseppe Di Matteo

30/01/2019 0 Di redazione
CONDIVIDI ---> FacebooktwitterFacebooktwitter

Il rapimento del piccolo Giuseppe Di Matteo e la sua uccisione. E’ il tema de “Il giardino della memoria”, nuova produzione del Teatro Biondo di Palermo, tratta dall’omonimo romanzo di Martino Lo Cascio (Mesogea).
Protagonista Fabrizio Falco, diretta da Maurizio Spicuzza, il debutto domani, giovedì 31 gennaio alle 21, nella Sala Strehler.

Lo spettacolo rievoca il rapimento del tredicenne Giuseppe Di Matteo e il suo assassinio, avvenuto due anni dopo, l’11 gennaio 1996. Il monologo si concentra sui 779 giorni di prigionia del ragazzo, ricostruiti in scena attraverso un montaggio di materiali documentali e delle deposizioni processuali rilasciate dai responsabili del sequestro e dell’omicidio. Alla banalità del male, che via via emerge dai racconti, fa da contraltare la voce di Giuseppe, che ascoltiamo in un flusso ininterrotto di coscienza mentre cerca di resistere e di dare un senso a quanto gli sta accadendo.

Le scene sono di Luca Mannino, le musiche di Angelo Vitaliano, insieme a Falco prende parte allo spettacolo il piccolo Davide Parisi. Repliche fino al 10 febbraio.

CONDIVIDI ---> FacebooktwitterFacebooktwitter