Dal top Fortnite al flop Facebook: ecco com’è stato il “tecno-2018”

Dal top Fortnite al flop Facebook: ecco com’è stato il “tecno-2018”

28/12/2018 0 Di redazione

Si passa da Fortnite all’anno nero di Facebook, dalla voglia di disconnettersi, attraverso le continue falle nella sicurezza informatica.

Il 2018 sta per concludersi, ed è tempo di bilanci anche in tecnologia con successi e flop decretati dai dati di mercato, dalla cronaca e dagli analisti.

Boom, quest’anno, per il videogioco Fortnite. Per Bloomberg ha raggiunto 200 milioni di utenti fra tutti i canali su cui è disponibile, da PlayStation a iOS a Nintendo Switch. E per Natale c’è una novità destinata a far salire i numeri: si possono acquistare oggetti e regalarli agli amici di gioco. Anno nero per Facebook: dopo essere finita sotto i riflettori per il Russiagate, a marzo esplode il caso Cambridge Analytica.

Zuckerberg si scusa dicendo che avrebbe potuto fare di più per garantire la privacy degli utenti. Ma la vicenda ha scoperchiato un vaso di Pandora: l’ultima inchiesta del Nyt parla di un cartello con altre aziende tech per i dati degli utenti. E con l’insicurezza informatica crescente e la saturazione del mercato smartphone, forse sta passando un po’ la voglia di stare sempre connessi.

Un segno dei tempi intercettato anche dalle grandi compagnie tecnologiche: Apple, Google e Facebook hanno introdotto dei timer che tengono il conto del tempo trascorso su telefono e sui social. E un’azienda Usa offre 100mila dollari a chi raccoglie la sfida di stare 1 anno senza smartphone.

Facebooktwitter