Stellone: “Voglio regalare la promozione diretta alla città”

Stellone: “Voglio regalare la promozione diretta alla città”

11/05/2018 0 Di Alfredo Minutoli
CONDIVIDI ---> FacebooktwitterFacebooktwitter

di Alfredo Minutoli

Lo stadio Renzo Barbera, disertato nel corso dell’intera stagione, grazie al fatto che il Palermo è nelle condizioni di giocarsi le sue brave carte per ottenere la promozione diretta, per la gara contro il Cesena si appresta ad accogliere (domani pomeriggio inizio ore 15) la folla delle grandi occasioni, quella capace, trasformandosi nel proverbiale dodicesimo uomo, di trascinare la squadra alla vittoria.  Mister Stellone se ne compiace e, in conferenza stampa pre gara dichiara:”Voglio regalare alla città la promozione diretta. Domani saranno in tanti a spingerci e anche per questo ho chiesto ai ragazzi di dare il massimo, contro avversari che cercheranno di fare punti per ottenere la salvezza matematica”.

Già, i romagnoli del Ds Rino Foschi – in settimana al centro delle polemiche scaturite dalle pesanti dichiarazioni del Ds del Parma Daniele Faggiano circa un presunto, prevedibile disimpegno dei bianconeri contro i rosanero dopo che gli stessi hanno battuto sia il Frosinone che gli emiliani -, ai quali il tecnico romano cercherà di opporre la migliore formazione possibile. “Non sono il tipo da squadra che vince non si tocca. Ho sempre deciso in base allo stato di forma dei miei giocatori. Coronado ad esempio mi sono ripromesso di valutarlo per non rischiare di doverlo sostituire dopo pochi minuti di gioco. Parlerò con Igor e stabiliremo assieme il da farsi. Anche Nestorovski e Bellusci, che hanno fatto il possibile per esserci, sono arruolabili, ma credo che partiranno entrambi dalla panchina sperando che ci restino, perchè, nell’ottica di Salerno e degli eventuali play off sarebbe sbagliato rischiarli”.

Un Palermo dalla tenuta atletica non brillantissima, come dimostrano i finali delle gare contro Bari e Ternana. “Purtroppo, si sa bene che negli ultimi minuti di una partita può succedere di tutto – dichiara Stellone -, e le sorprese sono sempre dietro l’angolo. Molto spesso hanno il loro peso gli episodi, basti ricordare il tiro a fil di palo di Fiordilino nella gara contro i pugliesi che avrebbe chiuso i giochi o lo stesso clamoroso gol fallito da Trajkovski a tu per tu con il portiere della Ternana. E’ altrettanto corretto sottolineare quanto non sia affatto normale vedere tanti dei miei giocatori soffrire di crampi in questa fase della stagione. Solitamente questi problemi atletici si hanno o a settembre o ad Agosto”.

Intanto, nonostante le riserve sulla formazione da mandare in campo, Stellone, in occasione della conferenza pre gara afferma:”Preferisco tenere per me eventuali dubbi, nonostante con i miei collaboratori, ad esempio per ciò che concerne la scelta degli uomini da schierare a centrocampo abbiamo già deciso tutto. Invece, per quanto riguarda l’attacco a scendere in campo senza pressioni sarà La Gumina, prezioso sia in fase di corsa che realizzativa. Sta facendo molto bene Nino, così come Moreo, il cui lavoro fatto di movimento e sacrificio è altrettanto importante”.

Consapevole del fatto che anche vincendo entrambe le ultime due partite  la promozione diretta potrebbe non arrivare, mister Stellone dichiara.”Intanto pensiamo a fare il nostro, lanceremo in seguito un’occhiata alle dirette concorrenti. In questa categoria non esistono partire semplici, e così come per noi  sarà difficile superare il Cesena, anche per il Frosinone la trasferta in casa dell’Entella si profila durissima”.

CONDIVIDI ---> FacebooktwitterFacebooktwitter