Palermo, a Novara evita la trappola e torna corsaro

Palermo, a Novara evita la trappola e torna corsaro

16/03/2018 0 Di Alfredo Minutoli
CONDIVIDI ---> FacebooktwitterFacebooktwitter

di Alfredo Minutoli 

La classica partita trappola attende il Palermo, domani di scena al Silvio Piola contro il Novara (fischio d’inizio ore 15) per la 31^ giornata di serie B.  Forti di un momento di forma fisica e mentale ritrovata dopo le tre scoppole di fila che ne hanno attardato la marcia verso la serie A, i rosanero, orfani dell’infortunato Bellusci  (si prevede un lungo stop per l’esperto difensore), sono chiamati ad una prova di carattere e personalità contro una squadra che farà di tutto per complicargli la vita.

La compagine piemontese, lontana parente  da quella guidata da Corini (giunta in quella fase del campionato a covare velleità di agganciare la zona play off) che ad ottobre violò il Renzo Barbera, è oggi allenata da un altro ex, Mimmo Di Carlo (subentrato al genio il 5 di febbraio), sotto il quale ha collezionato due vittorie, un pareggio e tre sconfitte. Reduce dal successo in rimonta sul Brescia, il Novara, fuori dalla zona play out per un solo punto, con 14 ko è la squadra che ha perso di più dopo il fanalino Ascoli (16 sconfitte per i marchigiani). Capace di segnare appena cinque reti meno dello stesso Palermo, e di incassare gli stessi gol della capolista Empoli (37), quella azzurra è la classica formazione da prendere con le pinze, rafforzata a gennaio dal neo acquisto scuola Inter Puscas, autore di   sei reti, tre delle quali in casa del Cittadella nella gara vinta per 3-1 proprio in occasione del debutto in panchina Di Carlo.

Sansone e Macheda, oltre al centrocampista offensivo nativo di Palermo Di Mariano e Moscati, protagonista all’andata con una doppietta, le altre frecce dalle quali la difesa rosanero farà bene a guardarsi: un compito che richiede tutta l’attenzione di Dawidowicz, Struna e Szyminski, guidati tra i pali da un Pomini pronto a dare continuità al suo momento di forma. Nel centrocampo a quattro, causa altra assenza per infortunio occorso a Rolando, sulla fascia sinistra probabile l’impiego di Accardi o Fiordilino, mentre a destra certo l’impiego di Rispoli. Gnahorè più che l’arruolabile Chochev sulla mediana a fianco di Jajalo. In avanti, Coronado a supporto del sempre più collaudato tandem offensivo composto da La Gumina e Nestorovski.

PROBABILI FORMAZIONI

NOVARA (4–4– 2): Montipò, Troest, Golubovic, Chiosa, Calderoni, Moscati, Ronaldo, Casarini, Di Mariano, Puscas, Sansone. Allenatore: Di Carlo

Infortunati: Maracchi, Chajia, Beye, Macheda; Squalificati: Orlandi

PALERMO (3–4–1–2): Pomini, Dawidowicz, Struna, Szyminski, Rispoli, Gnahoré, Jajalo, Fiordilino ; Coronado; La Gumina, Nestorovski. Allenatore: Tedino

Infortunati: Rolando, Ingegneri, Morganella, Accardi, Chochev, Aleesami, Rajkovic, Bellusci; Squalificati: Bellusci

CONDIVIDI ---> FacebooktwitterFacebooktwitter