Tedino: “Contro i ciociari gara decisiva per la promozione”

Tedino: “Contro i ciociari gara decisiva per la promozione”

09/03/2018 0 Di Alfredo Minutoli
CONDIVIDI ---> FacebooktwitterFacebooktwitter

Con il cuore appesantito per la morte di Davide Astori, e dopo il rinvio di più della metà delle gare della 29^ giornata a causa del mal tempo, la serie B torna a giocare. Con una classifica virtuale, simile ad un puzzle da ricomporre, Il Palermo di Bruno Tedino, la cui trasferta di Parma verrà recuperata proprio il giorno di pasquetta (lunedì 2 aprile), ha un solo obiettivo: vincere domani sera (inizio gara ore 18) contro il Frosinone, momentanea capolista in solitaria grazie al fatto di non avere saltato una sola partita (anche il Cittadella ne ha approfittato appieno, scavalcando in classifica i rosanero) .

Impresa tutt’altro che semplice per diversi motivi, il più ovvio dei quali è rappresentato dalla forza della compagine laziale. “Siamo ben consci di incontrare una compagine forte e funzionale. I ciociari -afferma Tedino intervenuto in conferenza stampa – ogni hanno aggiungono nel loro organico tasselli di qualità che finiscono per rendere ancora più competitiva la squadra. A questa gara ci arriviamo ben preparati grazie all’allenamento svolto a Verona dopo il rinvio della gara di Parma, al quale è seguito un altro allenamento sostenuto al Renzo Barbera, poi da martedì abbiamo ripreso il nostro lavoro . In tempi non sospetti ho definito il Frosinone tra le principali candidate alla vittoria finale. Dal canto nostro sarà importante affrontarli con la giusta voglia e intensità, cercando di giocare in modo sereno; è praticamente uno scontro diretto da dentro o fuori, e per questo riuscire ad avere il giusto approccio alla gara sarà fondamentale”.

Ciano, Ciofani, Dionisi,un tris di attaccanti che in serie B fa la differenza, capace di garantire forza, dinamismo e qualità. “Sappiamo bene che lì davanti i nostri avversari possono contare su quei tre – dice l’ex allenatore del Pordenone -, non sarà semplice fermarli ma abbiamo il dovere di farlo prestando la massima attenzione. Noi proveremo a scardinare la loro difesa con Nestorovski e La Gumina, la coppia di attaccanti che in questo momento vedo meglio. Nino, con il suo movimento è capace di aprire spazi al nostro capitano oltre che di farlo esprimere con più libertà. Domani ci vorrà raziocinio ed equilibrio. Non possiamo permetterci di perdere  – prosegue mister Tedino intervenuto nella conferenza stampa pre gara -, perché il gap in classifica diverrebbe troppo ampio e complicato da recuperare. E’ vero che il campionato è lungo ma non possiamo perdere troppo terreno. Può comunque accadere di tutto, come ha dimostrato il Bari (che di gare ne deve recuperare ben due rispetto al Frosinone), che ad un certo punto sembrava tagliato fuori”.  Palermo che giunge al big match di domani sera, con qualche acciacco di troppo. “Purtoppo le condizioni fisiche di Dawidowicz e Szyminski non sono ottimali. Avrebbero certamente giocato ambedue a Parma, vedremo. Riguardo Aleesami e Rajkovic l’augurio è di poterli avere entrambi a disposizione in breve tempo. Chi non verrà convocato – prosegue Tedino –  è invece Moreo, al quale è meglio consentire di riprendersi definitivamente dalla pubalgia. Spezzare il ritmo cambiato non è mai un bene, questo ci ha penalizzati non poco”.

Capitolo Coronado, un giocatore che se in giornata è capace di prendere per mano la squadra, come è avvenuto quindici giorni fa in occasione del trionfo casalingo contro l’Ascoli. “Igor è un talento e come tale va lasciato libero di esprimersi in mezzo al campo senza essere ingabbiato da moduli prestabiliti. E’ un giocatore che conosce il suo ruolo sia in fase di possesso che di non possesso”. Ingresso a 2 euro in curva e a cinque in gradinata; prezzi popolari che tuttavia non sembrano avere scaldato più di tanto i tifosi: “Non sono abituato a chiedere niente tanto meno a fare proclami. Ognuno è libero di fare ciò che ritiene più giusto – ha dichiarato Tedino nella conferenza stampa pre gara -. Semmai ringrazio chi fino ad ora ha scelto di venire allo stadio per sostenerci. Coloro che vorranno fare altrettanto non potranno che farci piacere”. Infine, il sisma Zamparini, che prima della crisi di risultati non si era fatto sentire, ha fatto una prima vittima: il ds Fabio Lupo, sostituito dal neo direttore sportivo Aladino Valoti. “non considero l’arrivo di Valoti, di Bordon e del mental coach delle correzioni – tiene a precisare Tedino intervenuto nella conferenza stampa pre gara – quanto semmai degli arricchimenti. Si tratta di gente di valore, giunta a Palermo con il giusto entusiasmo. La figura del mental coach ad esempio non potrà che servire nell’ottica della crescita del gruppo in vista della scalata alla sere A”.

CONDIVIDI ---> FacebooktwitterFacebooktwitter